Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘apatia’

0_relax-1Ieri, inaspettatamente, decido di prendermi il pomeriggio libero.

Ma libero, libero eh?!

Ne ho bisogno. Sarà il poco sonno, o i vari rodimenti degli ultimi giorni…ma, ho deciso: prima di iniziare la settimana, per un po’ stacco la spina.

Ecchissevvistosevvisto.

Homo è fuori.

Eppidog è tranquilla (una santa lei!)

Telefoni: spenti.

Siamo noi: io e me stessa. Concentrate sul nulla.

Indugio fra un pisolino e una sana ora di relax a letto davanti a un libro.

Opto per il pisolino..emmanco adirlo!

Mi trastullo nella penombra pomeridiana….con il sole che filtra fra le foglie dell’unico albero sfigato del giardino…cheffatanto relax.

Mi appisolo, mi giro e mi rigiro.

Gongolo, avvolta in una temperatura lieve che accarezza la pelle.

Me la godo! Si, si .Me la godo proprio.

Penso che la vita sia fatta di attimi, alcuni rilevanti e altri meno.

Capita che a volte quelli irrilevanti siano più importanti degli altri, come adesso nel mio sonnecchiare placido.

Insomma, una volta svegliata, scesa dal letto e rassettata (si fa per dire dato che avevo gli occhi appalla tipo NEMO per quanto mi ero rilassata) mi sono guardata allo specchio e mi sono detta:

certo che a volte non fare un cazzo fa davvero bene all’anima.

Ooops! Scusate mi è cascata la corona….e stavolta me sa pure lo scettro.

Annunci

Read Full Post »

weeds1Come si fa a non aver voglia di fare assolutamente nulla? Mi devo preoccupare di questo stato ormai cronico di semi infermità cerebrale? Sarà la primavera oppure quella demotivazione proveniente da seccature lavorative cheanchelametàbastano?…Ma secondo voi, le persone lo fanno apposta ad essere incessantemente petulanti come martelli pneumatici dentro ai timpani?!! Oppure sono io quella irrimediabilmente, disperatamente, incessantemente intollerante?! Allora mi dico: non sarà il caso di cambiare mestiere e, non so, dedicarsi all’uncinetto oppure all’allevamento di bachi da seta fermentati, piuttosto che abbozzare ad ogni richiesta (anche a quelle più assurde che prevedono la progettazione tridimensionale del porta rotolo di carta igienica e – vi giuro –  non sto assolutamente esagerando)? Mi è venuta in mente la strafighissima protagonista di WEEDS – che su Wikipedia è dato come:” una serie televisiva americana del genere commedia nera ambientata in una immaginaria periferia della California, in cui la maggior parte dei residenti sono coinvolti nello spaccio e nel consumo di cannabis (da ciò deriva il titolo) – che, con un lampo di genio che manko Etabeta, si mette dopo vicissitudini  avverse, a coltivare e vendere marjuana….beh! Non so esattamente se mi ci vedrei in un ruolo tanto borderline…però…se continuo così le possibilità sono tre: o comincio a piantare dei semini in giardino, o mi dedico al decoupage, oppure attacco a mangiare bulimicamente anche le croste rinsecchite del parmigiano che giacciono incrostate nel frigo (l’ultima la escluderei….sennò CERBERO chisselasente! ). Chiedo conforto!

Read Full Post »